info@planando.it

Morocco Life

Planando vive il Marocco, come il senso del viaggio accompagna il Tuo e il nostro racconto dentro le pieghe della Storia.

Nessuna scrittura può sostituire la diretta consapevolezza che un Paese offre nel corso della propria quotidianità, della vita che scorre ogni volta con velocità diverse, passando di mano in mano il passato e il futuro, senza interruzione.

Cogliere il presente, al di là delle possibili omologazioni che ognuno di noi inevitabilmente incontra durante un viaggio, è l’altra faccia della storia che di giorno in giorno sedimenta dentro la nostra personale capacità di raccontarci, di raccontare “l’altro visto da sé”.

Il Marocco è un Paese che cresce guardando il futuro con fiducia, adattandosi ai cambiamenti, attraverso significativi e capillari investimenti. Dalle infrastrutture dei trasporti, alla costruzione di nuovi collegamenti stradali, dallo sviluppo di intere aree urbane, alla realizzazione di estesi quartieri al margine di alcune piccole e grandi città. Porti, stazioni ed aeroporti di nuova realizzazione, alimentano un senso di efficienza verso coloro che intendono trasferire risorse e nuovi investimenti in importanti settori di sviluppo commerciale ed economico anche all’interno di progetti di cooperazione internazionale.

La rete informatica è diffusa anche nelle aree dall’apparente abbandono, dove nascono a grande velocità interi spazi periurbani e nuovi brani di città perfettamente già cablati.

Come ogni cambiamento che porta con sé un rapido adeguamento alle istanze della modernità e della tecnologia più recente, le differenze sociali crescono laddove l’impatto è più radicale, dove il cambiamento non accetta mediazioni culturali.

Vivere il Marocco è come immergersi dentro la storia dell’Uomo passando tra tradizione e modernità con un principio di alternanza non prevedibile, ma con la straordinaria capacità di restituirti un senso della storia e le varie stratificazioni in pochi minuti; accoglienza multietnica, linguistica, di profilo europeo, all’interno di ritualità antiche, tribali, assecondano la tua quotidiana presenza. Una miscela culturale, commerciale in rapida evoluzione se a diretto contatto con il mondo occidentale, più lenta seppur in movimento, se la strada delle riforme deve confrontarsi con le regole antiche della scrittura del popolo magrebino.

E’ un Paese dove gli scambi commerciali ed economici sono tra i più importanti e significativi dell’Africa intera verso il resto del mondo, dove spesso gli europei e non solo, trovano solide basi per investimenti privati di rilievo e dove lo sviluppo delle relazioni internazionali sono tra le priorità del governo centrale.

Tecnologia, automotive, agroalimentare, tessile e agricoltura sono tra le attività di maggior sviluppo economico, di investimenti e crescita nel Paese. Un altro settore in forte crescita è rappresentato dalla ricerca nel campo delle fonti rinnovabili, del solare in particolare.

“Il nuovo sole del Marocco” è il titolo di un interessante articolo di Luigi Spinola dove a ridosso “del villaggio di Tasselmante, la torre solare di Nur III (luce in arabo), si trova la sezione più avveniristica con la centrale solare termodinamica del complesso voluto dal re Muhammad VI, per fare del Marocco una superpotenza del sole”.

Planando potrà offrirvi anche questo straordinario sguardo verso la modernità e il primato delle rinnovabili, attraversando interi territori laddove la ricerca verso il futuro è pura realtà.

Dalle coste dell’Oceano Atlantico e del Mediterraneo, alle terre aride del Sud Est, Il Marocco anno dopo anno conquista sempre più spazio nel ranking mondiale del turismo. Oggi è la più grande risorsa economica del Paese, con l’obiettivo di portare il Marocco tra le prime 20 mete turistiche al mondo entro il 2020 (Vision 2020).

Gli investimenti nella cultura sono diversi e i progetti di riqualificazione di intere aree urbane, di palazzi e architetture storiche all’interno delle città imperiali, sono il segno della voglia di cambiamento, sapendo perfettamente che tutto ciò apre le porte verso il mondo intero, verso la conoscenza e l’esperienza diretta, verso la Storia e la nostra contemporaneità.

 

Nuovi musei, parchi e giardini, Riad e palazzi rinnovati, recuperi pazienti di interi edifici e un uso sapiente di materiali pregiati della tradizione marocchina, come le ceramiche di Fes o quelle di Safi, fanno del Marocco un esempio di grazia ed eleganza nell’abitare spazi e dimore nella medina di tante città e siti di valore storico. La ricchezza nella decorazioni dell’architettura degli interni, è un segno di accoglienza e bellezza che si svela solo dopo aver varcato ed ammirato il portone d’ingresso in legno scuro.

Lo spazio privato è lo spazio della famiglia, dell’intimità che per volontà diventa lo spazio architettonico dove il silenzio e la simbologia trovano la giusta misura. Un patio, un albero da frutta al centro e una fontana semplicemente decorata, dove la luce del sole entra per illuminare con delicatezza l’ambiente comune.

Marrakech è forse oggi la città imperiale che meglio rappresenta questo fermento e poliedricità culturale e sociale, dove il fascino della storia e la ricchezza dei monumenti e dei luoghi sacri, si confronta con un’offerta turistica di qualità, ricca e diffusa, forse a volte con un’attenzione eccessiva al mondo occidentale. Ma come ogni grande esploratore, occorre saper distinguere dove il forestiero non intende metter dimora, per non confondersi nelle stanziali paludi del conformismo.

Planando parlandovi del Marocco, intende offrirvi una serie di riflessioni, alcune delle quali estratte da testi, guide, ricerche e approfondimenti di varia natura.

Ogni mese Planando vi offre un contributo e un glossario per conoscere sempre più da vicino il Marocco e la vita in un Paese in continua trasformazione.